Un Derby tra ex romanisti sembra profilarsi all'orizzonte per la panchina dell'Atlanta United.

 

La franchigia del campionato statunitense, sulle tracce di un nuovo allenatore, starebbe meditando su due profili in particolare: quello del portoghese Paulo Fonseca e quello dell'ex centrocampista Francesco Moriero.

 

A a spingere quest'ultimo verso gli states, dopo le esperienze in Albania, è il suo procuratore Alessio Sundas: "Da un po' di tempo ormai siamo in contatto con la dirigenza dell'Atlanta - racconta l'agente a Calciomercato.com - che è alla ricerca del suo nuovo tecnico. Riteniamo che per esperienza e carisma Francesco possa essere l'uomo giusto che fa per loro. Checco è stato un grande giocatore, con un passato di primo piano alle spalle. E anche da allenatore ha un curriculum importante. Nel poker americano saprebbe portare il suo contributo, facendo crescere ulteriormente un movimento da anni in costante ascesa coinvolgendo ancora di più di tanti italo-americani che già lo seguono". #atalantaunited #asroma #franescomoriero #alessiosundas #paulofonseca #mls #sportmanitalia

 

Alessio Sundas e quel sogno che si realizza, gli Dei del calcio italiano in America

 

Negli Stati Uniti approdano gli Dei del calcio italiano grazie al lavoro meticoloso del players agent Alessio Sundas

 

Alessio Sundas è il players agent d’eccellenza di nazionalità italiana che ha deciso di “emigrare” negli Stati Uniti con il solo scopo di realizzare uno dei suoi più grandi sogni che sono ormai divenuti realtà. 

La sua carriera pluriennale vanta collaborazioni importanti nel mondo del calcio ed è, proprio da questo bellissimo sport che viene concepita l’idea di Sundas: portare negli States gli Dei del calcio italiano.

Un’idea nata come un sogno che, nel corso degli anni, si è tradotta materialmente in realtà; infatti, lo stesso players agent è riuscito nel suo intento portando i grandi nomi del calcio italiano oltreoceano.

Nello specifico, parliamo di: Francesco Moriero (allenatore); Fabrizio Miccoli (vice allenatore); Andrea Mazzantini (preparatore portieri); Claudio Bordon (preparatore atletico); Marco Canolintas (preparatore atletico).

Moriero, leccese di nascita, è un allenatore di calcio e, al contempo, ex calciatore. Lui è stato fondamentalmente un centrocampista, è stato convocato in nazionale (il suo esordio risale alla convocazione nel mondiale del 1998) e possedeva delle caratteristiche non comuni: abilità, sprint e velocità nel dribbling. Inoltre, sono rinomate anche le sue reti, realizzate prevalentemente in rovesciata, un’eccellenza del gioco acrobatico e, anche se era un esterno d’attacco, era piuttosto propenso anche in difesa.

Come Moriero, anche Miccoli vanta una carriera non indifferente, in quanto anche lui è stato un calciatore convocato in nazionale totalizzando 10 presenza e 2 reti. Ha vestito le maglie più prestigiose del calcio italiano, ricoprendo il ruolo di attaccante. Attualmente è un allenatore di calcio.

Successivamente, Andrea Mazzantini, portiere noto per i suoi interventi acrobatici, molto dotato sotto il punto di vista atletico. Ora è un allenatore di calcio e un preparatore di portieri.

Claudio Bordon è, attualmente, un preparatore atletico e ha iniziato la sua carriera facendo tutte le categorie passando dal calcio dilettantistico, interregionale, giungendo in serie B e A.

Infine, il giovanissimo Marco Canolintas, il famoso preparatore atletico che concilia studio, tecnica e allenamento per il miglioramento delle prestazioni di ogni singolo calciatore. Ora, invece, alla guida del Miami Magic FC.

Dunque, personalità di spicco che Alessio Sundas ha ormai sotto la sua ala protettrice, in quanto il players agent è convinto che il metodo italiano sia indiscutibilmente il migliore.

Il procuratore sportivo, Alessio Sundas, è in cerca di nuovi giovani talentuosi da valorizzare e garantire loro un futuro nei club europei o in MLS

 

Il rivoluzionario Alessio Sundas è il players’ agent d’eccellenza che ha acquisito l’abilitazione in diversi Stati nel mondo. Il procuratore sportivo si è detto interessato a scoprire nuovi giovani talentuosi in: Olanda, Ungheria, Finlandia, Austria, Inghilterra, Danimarca, Brasile, Spagna e Italia.

Il suo obiettivo è quello di valorizzare tutti quei giocatori che attendono quel “salto di qualità” che permetterebbe loro di poter approdare nei famosi club europei o in MLS (America). Un sogno che potrebbe realizzarsi proprio grazie all’importante contributo del players’ agent che ha sviluppato un metodo basato sulla valorizzazione degli stessi, il quale contribuirebbe a incrementare e a perfezionare le loro abilità che li condurrebbero al successo.

La sua è una proposta interessante, unica al mondo, in quanto (questo tipo di strategia) si basa sull’utilizzo di apparecchiature all’avanguardia alle quali si annoverano figure professionali di spessore che seguono in maniera peculiare, il percorso dell’atleta sino a renderlo (praticamente) perfetto.

Per quale motivo diciamo questo? E’ molto semplice, in quanto questo tipo di lavoro meticoloso permetterebbe di lavorare anche su quegli aspetti che, molto spesso, non vengono presi in considerazione come, per esempio, quei punti deboli che tali restano nel corso di tutta la carriera calcistica. Nello specifico, il metodo Sundas garantisce il miglioramento anche di questi, facendoli divenire dei veri e propri punti di forza, mediante l’uso del GPS, delle telecamere VEO e altre attrezzature rare da trovare.

Dal canto suo, il players’ agent rammenta il fatto di come abbia a cuore questo tipo di situazioni in cui, talvolta, diviene alquanto complicato poter esordire o proseguire lungo questo percorso in ascesa. Difatti, la sua abilitazione gli permette di poter toccare vari Paesi del mondo (soprattutto europei) e, da questi, vorrebbe far nascere un nuovo fuoriclasse come Maradona, Pele’, Messi, Baggio, Kane, Rooney, Ronaldo, Klinsmann, etc. Dunque, per i giovani talentuosi e volenterosi appare doveroso farsi avanti e pensare al proprio futuro, proponendosi e pensando in grande!

CALCIOMERCATO 2021

VALORIZIONE  CURRICULUM  CALCIATORI  E  COACH 

SPORT   MAN ITALIA

"Affiliare le Scuole Calcio dei club non professionistici per scoprire nuovi talenti” “Una proposta innovativa per le squadre non professionistiche che avranno la possibilità di mettere in vetrina i propri talenti e nel contempo ricevere dalla Sport Man un prezioso contributo per la gestione del settore giovanile del club". Con queste parole il manager e titolare della Sport Man, Alessio Sundas, ha annunciato l'avvio di una significativa iniziativa rivolta alle società italiane ed europee del settore Dilettanti alle quali arriverà una proposta unica. "La Sport Man - prosegue Sundas - contatterà centinaia di club in tutto il Continente, proponendo l'affiliazione alla nostra agenzia per tutte le Scuole Calcio. Le società che sottoscriveranno l'accordo con noi avranno la possibilità di ingaggiare allenatori, preparatori atletici, medici, fisioterapisti e mental coach di alto spessore. Le squadre riceveranno le schede tecniche dei professionisti che potranno essere ingaggiati a condizioni molto favorevoli. Inoltre, le Scuole Calcio affiliate riceveranno dalla Sport Man palloni, tute, mute per i calciatori e tutte le attrezzature necessarie ad insegnare il football ai campioni di domani. Il progetto è ad ampio raggio, la nostra agenzia chiederà ai più grandi club professionistici italiani ed europei di inviare i propri osservatori a visionare i piccoli atleti delle Scuole Calcio, siamo certi che offriremo una prestigiosa vetrina a giovanissimi che altrimenti avrebbero forti difficoltà ad emergere nel difficile mondo del pallone. Da tempo la Sport Man si batte per un rilancio del nostro football dopo le pessime figure della Nazionale e delle squadre che partecipano alla Champion's League, soltanto ripartendo dalla valorizzazione dei giovani possiamo nutrire una speranza di crescita per tornare agli antichi fasti. Oltretutto, la nostra proposta di affiliazione permetterebbe la realizzazione di gadget e sponsorizzazioni che potrebbero portare denaro fresco nelle casse delle Scuole Calcio. Siamo certi che i club che andremo a contattare forniranno un positivo riscontro alla nostra proposta”. L’Ufficio stampa