Sirene lusitane per il lombardo Colosio


Un'annata in Portogallo per dimostrare di che pasta è fatto. E' stato
questo l'obiettivo e il compito del procuratore sportivo Alessio
Sundas nei confronti del portierino Raoul Colosio. Il cremasco classe
2001, infatti, è riuscito ad attrarre l'attenzione dei dirigenti del
Lusitano FC, terza serie portoghese, dove ha messo in luce le sue
caratteristiche tecniche.


Gavetta cominciata proprio tra le fila della scuola calcio cittadina,
nel Crema 1908 bazzicando tra la formazione dei Pulcini e dei
Giovissimi come sotto età. Dopo una stagione, quella 2013/2014, si
sono puntati su di lui i riflettori della Cremonese che lo ha
ingaggiato per il suo settore giovanile, dove ha compiuto tutta la
trafila partendo dai Giovanissimi Regionali fino all'U17. Tornato nel
Crema 1908 si è aggregato alla Juniores come titolare inamovibile per
poi trasferirsi nel Cuneo, in Serie C, riuscendo a mettersi in mostra
in maniera positiva. Parate decisive e personalità, il giovane estremo
difensore ha attirato su di lui l'attenzione dei club esteri.
Attualmente è in procinto di chiudere la stagione in Portogallo, ma
ancora è incerto il suo futuro.


L'obiettivo di Alessio Sundas, infatti, sarebbe quello di farlo
rientrare per farlo emergere nel calcio italiano, ma l'opzione di
rimanere all'esterno non è certamente esclusa. Lavoro molto accurato e
selettivo quello del procuratore e del calciatore in piena età per
iniziare ad affermarsi in Serie C, dove le squadre potrebbero godere
del bonus minutaggio.